Prenotazioni

6 idee per moltiplicare le prenotazioni della tua Casa Vacanze

 

Come è possibile arrivare in poco tempo a moltiplicare le prenotazioni della tua Casa Vacanze? Quali sono le leve su cui puoi agire per far migliorare il tasso di prenotazione online della tua struttura. Vediamo qualche consiglio di Marketing turistico.

E’ ormai un dato di fatto. Sono centinaia di migliaia le persone che negli ultimi anno hanno cambiato la propria vita grazie ad una attività turistico ricettiva extralberghiera.

Che si tratti di Locazioni Brevi Turistiche, Case Vacanze, B&B o Affittacamere, in tanti hanno deciso di mettere a reddito le proprie casa. Oppure hanno deciso di avviare dei veri investimenti immobiliari.

Si tratta di un vero e proprio lavoro a tempo pieno. Gestire le prenotazioni in ogni loro aspetto vuol dire dover dedicare molto tempo nel rendere l’esperienza dei turisti indimenticabile.

Ma questo non è tutto!

Accanto alla gestione della prenotazione il gestore di una Casa Vacanze, ad esempio, deve fare attenzione a come veicolare al meglio le prenotazioni.

I famosi portali OTA di prenotazione online sono scesi in campo per aiutare i gestori nelle prenotazioni online. Tutto, vero, ma è altrettanto vero che ci sono commissioni da pagare, e concorrenza da battere se si vuole portare a casa una prenotazione.

Quindi, è opportuno variare questo tipo di gestione e affidarsi anche ad una gestione in proprio attraverso un sito web proprietario. Per questo se si è disposti a mettersi in gioco è possibile eliminare le commissioni e gestire a tutto tondo le prenotazioni.

Vediamo in questo contributo qualche consiglio per veder moltiplicare le prenotazioni online.

COME FAR CRESCERE LE PRENOTAZIONI DIRETTE

Il più grande problema per i proprietari di case indipendenti da mettere a reddito è quello di ricevere un ritorno costante dall’investimento.

Sia che la casa messa a reddito sia di proprietà o in locazione il titolare dell’attività vuole ottenere un flusso costante di reddito che ripaghi investimenti e sforzi compiuti.

Per questo motivo è necessario arrivare nel tempo a godere di una crescita costante delle prenotazioni online dirette.

Durante l’anno possono esserci periodi di calma, magari in bassa stagione. Oppure, può riscontrarsi il problema legato all’incapacità di mettersi in mostra nel mondo degli affitti online.

L’aspetto costante è che l’aumento delle prenotazioni dirette rimane una costante durante tutto l’anno. Una sorta di lotta frenetica a fare meglio e sempre di più.

E’ ovvio che i gestori di strutture ricettive auspicano di ricevere il maggior numero di prenotazioni dal sito web ufficiale: c’è però da considerare che la regola della parity rate. Ovvero la regola secondo cui le tariffe ufficiali della struttura devono essere allineate a quelle presenti sulle OTAs. Questa regola pone sicuramente dei limiti alle strategie che è possibile adottare per aumentare le prenotazioni dirette.

Esistono dei metodi per aumentare le prenotazioni di una struttura ricettiva tramite sito ufficiale?

Ecco sei idee che puoi utilizzare per aumentare le prenotazioni e mantenere i profitti costanti in quello che è il grande gioco degli affitti turistici.

1. CREATI UNA PIATTAFORMA BELLA E OTTIMIZZATA

La regola più importante che può assicurarti una fonte costante di prenotazioni è la necessita di avere una tua piattaforma online proprietaria.

Sia che si tratti di piattaforma all’interno di un sito di OTAs, sia che si tratti di un sito web proprietario in cui pubblicizzi la tua struttura.

Non si prescinde dalla piattaforma. Per questo motivo la stessa deve essere una piattaforma ottimizzata, anche per i dispositivi mobili, e predisposta in modo tale da poter sfruttare i vantaggi del mondo online.

SITO WEB PENSATO PER VENDERE

Il sito web di una struttura turistico ricettiva deve essere pensato per vendere.

Deve dunque includere al suo interno specifiche call to action che invitano all’azione ed un sistema di Booking Engine, di semplice utilizzo.

Oltre a questo deve esserci la possibilità di sfruttare un blog personale e alla qualità e belle delle immagini da offrire.

La regola numero uno per assicurarti una prenotazione online risponde alla necessità di avere delle belle foto del posto che stai cercando di affittare.

Foto dall’aspetto professionale aiuteranno il tuo annuncio ad attirare i browser, indipendentemente dal sito che stai utilizzando.

Ma un altro vantaggio dell’investire in foto di qualità, è che puoi utilizzarle per costruire il sito web della tua attività, dove le persone potranno affittare direttamente.

Se il tuo sito ha tutte le carte in regola per competere con Airbnb e HomeAway, la fetta dei tuoi profitti si farà più sostanziosa.

Attenzione però, perché riuscirci non è così semplice!

Per far sì che il tuo annuncio appaia nei risultati di ricerca abbastanza in alto da poter competere con le più grandi piattaforme, dovrai avere pagine web ottimizzate per dispositivi mobili, ovvero mobile-friendly (e che saranno valide per Google, così come per i tuoi potenziali clienti).

Puoi prendere in considerazione l’idea di contrattare un esperto di SEO che possa aiutarti a migliorare i risultati di ricerca, ma puoi anche fare ricerca tu stesso su fattori come le parole chiave principali per il tuo mercato (top keywords), o l’utilizzo di meta descrizioni.

2. LE TARIFFE DA AGGIORNARE (Upgrade)

E’ buona norma avere sempre allineate le tariffe del tuo sito web con quelle dei portali di prenotazione.

Secondariamente, anche se non è possibile proporre “sconti specifici” sul sito web ufficiale, puoi pensare di effettuare degli upgrade su una determinata camera.

Se ad esempio sui portali la camera doppia con vista giardino costa € 200,00, puoi proporre nel tuo booking on line la stessa tariffa ma per una camera doppia con vista mare.

Ovviamente vien da se che gli i potenziali ospiti, che vanno sempre a controllare i prezzi sul sito web ufficiale, anche quando prenotano sulle OTAs.

A parità di prezzo sicuramente preferiranno prenotare direttamente dal portale per scegliere la camera vista mare!

Puoi giocare con gli upgrade di qualità e non di prezzo sul tuo portale per invogliare gli ospiti a prenotare da te.

Nessuno ti vieta di realizzare specifici pacchetti, anzi, la loro ideazione deve essere proprio parte fondante delle tue strategie di pricing.

Puoi ad esempio studiare un “pacchetto o offerta invernale” non disponibile sulle OTAs.

Se ad esempio in febbraio il prezzo delle tue camere sulle OTA è di € 100,00 per notte, potresti studiare un pacchetto di 3 notti a € 125,00 a notte (dunque € 375,00 in totale) ma che includa un ticket di valore da spendere presso il ristorante o due ingressi di un’ora presso la spa.

Ovviamente, chi ha la possibilità di rimanere tre notti, sceglierà molto probabilmente l’offerta presente sul sito web ufficiale.

Gli ospiti preferiscono pagare un prezzo tutto incluso, per essere certi del budget che spenderanno.

NON SCORDARE LE METODOLOGIE DI PAGAMENTO

Le richieste dei clienti sono sempre delle più disparate, anche in relazione alle modalità di pagamento.

Non dimenticare di essere flessibile: cerca di integrare le più disparate modalità di pagamento.

Oltre alle carte di credito, accetti pagamenti con PayPal?

MIGLIOR PREZZO GARANTITO

Sembra scontato vero?

Ma sei sicuro di non essere l’unico a sapere che sul sito web ufficiale hai il miglior prezzo?

Ciò che intendo è farti comprendere quanto sia fondamentale far sapere al tuo potenziale cliente di tale evenienza, sin da subito.

Inserisci dunque la menzione del miglior prezzo garantito già in home page, nell’header (parte alta del sito web) e con caratteri di dimensioni maggiori rispetto al testo del corpo pagina.

3. INCORAGGIA GLI OSPITI A LASCIARE RECENSIONI

Questo potrebbe suonare strano ai viaggiatori più coscienziosi, eppure esiste un numero sorprendete di persone che non lascia recensioni dopo aver concluso il proprio viaggio.

Anche i proprietari che sono soliti ottenere maggior successo riferiscono che solo la metà, circa, degli ospiti pubblica recensioni.

Ciò significa che dovrai essere proattivo in questo senso. Al fine di ottenere quel feedback pubblico di cui hai bisogno.

Quando un ospite soggiorna da te, richiedigli e cerca di ottenere una sua recensione entro due giorni dalla fine della permanenza.

Personalizzare le richieste spesso funziona meglio dei messaggi predefiniti, alcuni addirittura inviano note scritte di proprio pugno per fare in modo di restare impressi all’ospite.

Ma soprattutto fai tu il “lavoro pesante” per i tuoi ospiti. Facilita i collegamenti alla pagina delle recensioni sul tuo sito web e rendi tutto il più semplice possibile per loro: un rapido click, scrivere e inviare.

Puoi trarre benefici anche dalle recensioni negative.

Se qualcuno pubblica una recensione sulla sua esperienza non proprio stellare, puoi rispondere pubblicamente e dimostrare una certa attenzione alle preoccupazioni degli ospiti, il che, come afferma TripAdvisor, darà una spinta positiva alla tua reputazione agli occhi dei lettori.

Insomma, cerca di rispondere sempre a tutte le recensioni e prendi spunto per migliorare dalle recensioni negative che eventualmente possono arrivare.

INCORAGGIA GLI OSPITI RICORRENTI

Bisogna stabilire una relazione duratura ed informale con gli ospiti già acquisiti, affinché essi ritornino più e più volte presso la struttura.

Gli ospiti di ritorno devono avere un prezzo migliore di quelli nuovi.

E’ importante ovviamente farglielo sapere, sia durante la fase del soggiorno, che al momento del check out e anche ricordarglielo, con una newsletter periodica.

4. DIMOSTRATI APERTO AI SOGGIORNI BREVI

Alcuni proprietari adottano politiche per le quali si sottraggono all’affitto dei propri alloggi per soggiorni inferiori ai due o tre giorni, ritenendo non valga la pena affrontare i costi del continuo turnover.

Ma ci sono dei benefici nascosti derivanti dal lasciar soggiornare le persone per una sola notte.

Il più grande vantaggio consiste nel fatto che, se accetterai prenotazioni per viaggi brevi (soprattutto last minute), avrai racimolato velocemente nuovi ospiti e con essi, nuove recensioni.  Più recensioni avrai, più il tuo sito risalterà nel ranking di ricerca e tra i risultati di altre piattaforme.

Al momento di decidere fra due posti che apparentemente si equivalgono, le persone sono solite orientarsi verso quello che ha più recensioni.

Due recensioni che portano ad un punteggio medio di 4.5 stelle, avranno meno peso di 20 recensioni che portano allo stesso punteggio.

Naturalmente stare dietro a prenotazioni e pernottamenti brevi è costoso. Dovrai dedicare molto tempo ed energie a questo aspetto, ma come detto i risultati arriveranno più in fretta!

5. OTTIMIZZA LE TUE PAGINE SUI SOCIAL MEDIA E COLLEGALE AL TUO SITO

Oggi, nessun business che pretenda di affermare la propria presenza online può farlo senza passare per i social media.

Facebook è certamente considerato il canale standard, ma altre piattaforme come Instagram e Pinterest, siti specializzati nel mostrare grandi e belle immagini di ogni genere di cose, sono altrettanto famosi ormai.

Investi più tempo nell’organizzazione e cura delle tue pagine sui social media con foto di qualità, proprio come fai quando crei il tuo annuncio di affitto.

Esplora le campagne pubblicitarie a pagamento e il livello di engagement degli utenti tramite i commenti, al fine di migliorare la tua visibilità.

L’hashtag giusto al momento giusto potrebbe portarti un nuovo contatto e una nuova prenotazione.

Grazie a piattaforme con un alto livello qualitativo di web design, riuscirai a collegare tutte le tue pagine insieme, creando una solida presenza del tuo brad nella rete.

BOOKING ENGINE MOBILE

Sembra scontato. Ma in molti utilizzate ancora dei sistemi di prenotazione obsoleti e soprattutto non utilizzabili dai dispositivi mobile.

Se il tuo sistema di booking non è ottimizzato per tali dispositivi, devi semplicemente cambiarlo. Non ti va? Ti scoccia di dover “re imparare” ad utilizzarne un altro?

Come preferisci; ma ti ricordo che al giorno d’oggi circa il 40% delle prenotazioni dirette provengono da dispositivi mobile.

6. MIGLIORA LE DESCRIZIONI DEI TUOI ANNUNCI

Innanzitutto le descrizioni dei tuoi annunci dovrebbero essere accurate e veritiere.

Non fuorviare le persone su dettagli importanti come la location, le dimensioni e la struttura della tua casa vacanze.

Se ci sono dei difetti, meglio anticiparli subito e lasciare che siano i viaggiatori a decidere per se stessi. perché far presente certi aspetti quando la prenotazione è già confermata ti porterà sicuramente cattive recensioni.

Ma ricorda: stai vendendo (o meglio affittando) un prodotto.

Dipingi le immagini della tua casa con le tue parole (specialmente con le tue parole chiave) e cerca di entrare in connessione con gli ospiti che vuoi attirare.

Non aver paura a prenderti qualche licenza poetica. Solitamente, quando la gente vuole affittare la casa di qualcun altro, si mostra molto interessata tanto alla storia del posto, come alla location e al numero delle stanze. Un’infusione della propria personalità potrebbe davvero fare la differenza per un proprietario che sta cercando di crearsi una posizione.

MOLTIPLICARE LE PRENOTAZIONI ONLINE: CONCLUSIONI

Esistono infinite idee, tecniche e trucchi che puoi usare per dare impulso alle tue prenotazioni.

Ricordati sempre che devi distinguerti dagli altri se vuoi che ci siano sempre nuove prenotazioni. Non pensare che sia tutto semplice o che occorra poco tempo.

I risultati si misurano in base anche all’impegno profuso nel realizzarli. Quindi, non demordere applica questi consigli e se vuoi facci sapere i risultati nei commenti.

Ora voglio farti una domanda e mi piacerebbe ricevere una risposta, sincera: quante di queste metodologie applichi con costanza?

In definitiva: prima ancora di lamentarti dell’erosione del fatturato per via delle provvigioni elargite alle OTAs, rimboccati le maniche e datti da fare!

Disintermediare bene è possibile, basta solo conoscere le giuste strategie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *